11 marzo 2008

Corrispondenze d'amorosi sensi


Mi piacciono i gesti galanti. Le persone che hanno garbo, gentilezza nei modi. Non c’è niente da fare, per molte cose mi sento fuori tempo, che ne so! mi incantano i cosiddetti galantuomini, che sono ovviamente una specie in via d’estinzione.

Mi sono trovata a riflettere su queste cose leggendo un carteggio tra Kahlil Gibran e Mary Haskell (per il momento edito solo dalle Paoline).

A parte i sentimenti che scorrono nelle pagine, mi emozionano appunto la gentilezza e l’amabilità che emergono e che restituiscono un’immagine ancora più completa di questo amato autore libanese.

E ancora, torno a interrogarmi sulla lettura di carteggi e diari. Mi accosto sempre ad opere del genere, con una sorta di pudore, quasi stessi ficcanasando su intimità che non dovrebbero riguardarmi. E’ un sentimento che provo sempre, inevitabilmente.

E’ curioso pensare che mentre il diritto morale di un autore in generale non soffre di nessuna limitazione temporale, poiché può essere esercitato, morto l'autore, dai soggette a lui legati da vincoli di parentela o coniugi, la durata normale dei diritti di utilizzazione economica delle opere dell'ingegno è "per tutta la vita dell'autore e sino al termine del settantesimo anno solare dopo la sua morte"

Qualcuno aspetta che trascorra questo tempo imposto, prima di far soldi a palate sulle confidenze di uno scrittore. Qualcuno aspetta per puro interesse letterario, per studi sull’argomento, per semplice curiosità..

A volte dubito del confine tra informazione e indiscrezione.

Ma….mi dico quanto avrei ignorato se non avessi letto la corrispondenza tra Virginia Woolf e Vita Sackeville-West, o quella tra Kafka e la sua amica Milena, le lettere dal carcere di A. Gramsci, o quelle dalla Resistenza…e via dicendo.

E quanto sembra di comprendere meglio anche l’opera di un autore, o alcuni frammenti storici attraversando i suoi diari o la sua corrispondenza.

Bene, oggi sono in preda a questo genere di riflessioni (sterili?).

Sarà che al momento, come cantava il poeta, ho “tanto tempo ed anche il lusso di sprecarlo”?????



6 commenti:

Ally ha detto...

Le riflessioni non sono mai sterili se hanno un riscontro di scambio oggetivo, e se non cadono nell'alienazione del pensiero stesso. Per quanto riguarda i diari, le lettere di scrittori e poeti, credo che sia condivisibile il timore reverenziale quasi, per emozioni così intime, profanate dai molti ai quali però ci si rapporta in una accoglienza di testimonianza che fanno sì del valore intrinseco di essi. Ognuno di noi credo, abbiamo quadernetti che accolgono pezzi di noi, di momenti vissuti, di paure, di gioie, e pensandoci bene magari non si vuole che si mostrino nelle mani di altri oppure lo si fa pensando proprio che si mostrino un giorno ad altri. Io le mie 'cose' oggi penso, di volerle... portare via con me!
Un bacio
A.

Anonimo ha detto...

Ciao Arnica...ti ho trascurata ma ho un pò di problemi e tendo a privilegiare chi lascia il commento...per poi, in assoluta autonomia e piacere dedicarmi anche a chi, non lo ha fatto ! E MICA SI PUO' SEMPRE COMMENTARE TUTTE LE CRETINATE CHE SPARO A VOLTE ;-)))) Mi piace quello che hai scritto, ma in definitiva sai cosa penso? Che se non vogliamo o non volessimo che qualcuno "profani" le nostre più intime emozioni, non le metteremmo mai per iscritto...o al massimo, come si faceva un tempo, bruceremmo le pagine depositarie di reconditi segreti, dentro un bel caminetto dove arde un bel fuocherello acceso :-)

Anonimo ha detto...

gasp...non mi sono firmata...sono Giovanna... :-)

Anonimo ha detto...

mi sembra che le tue riflessioni accidenti non siano mai sterili! Io queste cose le pensavo ma mi sembra un mio problema, un eccesso di discrezione forse anche un pò ipocrita. Sei interessante A'!
sempre nei dintorni, come vedi, Lunastorta

Anonimo ha detto...

Acc... solo ora ho letto il tuo commento da me... sono contenta di averlo messo prima di leggerlo, perchè non vorrei tu pensassi che vengo solo quando mi fai visita...ma ora mi sa che non ho più tempo per commentare ...a domani... vado a fare la spesa.. tanto per stare in tema :-)Giovanna

Anonimo ha detto...

Arnica anche a te, come a rugiada chiedo di andare a leggere, se hai volglia, il posto del mese di Gennaio IO E L'ALTRO, forse ti sarà più chiaro come la penso, e come vivo :-) Giovanna