15 febbraio 2008

Non c'entra niente

San Valentino non c’entra niente. No.

Non ci credo che l’amore arriva quando meno te l’aspetti.
La morte, le disgrazie, gli abbandoni capitano quando meno te l’aspetti.
Non l’amore. L’amore arriva quando il cuore è pronto ad accoglierlo,
quasi niente accade per caso, così se l’amore si presenta alla tua vita vuol dire
che era atteso, cercato, chiamato.
L’amore, quando arriva, è sempre ben accetto. Anche l’amore malato, l’amore frainteso, l’amore soffocato, persino quello respinto è ben accetto. Perché uno sguardo d’amore fa sempre piacere.
Non esiste una persona che ne ha già tanto, troppo, da poterne fare a meno, una persona che può dire: no, basta grazie, non ce ne sta più.
Però gli amori respinti se ne vanno da soli a guardare il mondo far festa, perché ad un’anima che vaga nelle stanze abitate della propria solitudine gli altri sembrano tutti contenti.
L’amore malato continua ad amare, come solo lui sa fare, ignaro di tutto.
L’amore frainteso palpita e guarda da lontano gli scambi di sguardi ricambiati.
L’amore soffocato è muto.
L’amore scambiato è forte e solido, e può affrontare tutto, persino l’odio.
L’amore corrisposto è aria e vento e terra e fuoco e acqua.
Ma il ragazzo, poggiato al muro, sulle sue All Stars, l’amore lo amava. E sapeva che un giorno sarebbe arrivato, senza far niente, solo per il suo sorriso sempre aperto, per le sue mani gonfie di carezze per i gatti abbandonati, le sue mani callose dal lavoro in cantiere.
Certo che gli dava a palle tutto quel business dietro a una festa per i fortunati, lui poi aderiva alla campagna contro la Nestlè, capirai che ci faceva coi baciperugina!
L’amore, per lui, non aveva quelle frasi sdolcinate e non aveva un cielo di stelle.
Era selvaggio e selvatico, era di elicriso ai bordi del mare, di eriche fiorite e salsedine, era di vento. Vento, soprattutto.
Così, come quei cani che se ne vanno tranquilli ad annusare qua e là, senza una precisa meta, il ragazzo con le All Stars camminava sorridendo di sé e delle rose rosse e dei biglietti, delle lettere d’amore scritte senza mani.
Camminava e guardava dritto davanti a se, fiancheggiando il muro dove stava scritto
“Solo chi non ha mai scritto lettere d’amore fa veramente ridere”

6 commenti:

Ally ha detto...

Come hai fatto non so, eppure lo hai stanato e riconosciuto, ammiro il tuo intuito, la tua sensibilità, la tua pespicace ignara. Colpita e affondata; le tue parole hanno avuto il potere di mettere in chiaro i ricordi confusi, le sensazioni sopite, la rinuncia ormai padrona di un ricordo lontano.
Grazie!
A.

SATOBOY™ ha detto...

"...i guerrieri della luce si riconoscono dallo sguardo.Si trovano nel mondo,fanno parte del mondo,e al mondo sono stati inviati senza bisaccia e senza sandali.Molte volte sono dei codardi.Non sempre agiscono nella maniera giusta.
I guerrieri della luce soffrono per stupidaggini,si preoccupano di cose meschine,si reputano incapaci di crescere.Talvolta si credono indegni di qualsiasi benedizione o miracolo.
I guerrieri della luce sovente si domandano che cosa stiano facendo qui.Molte volte pensano che la loro vita non abbia alcun significato.
Perciò sono guerrieri della luca.Perchè continuano a ricercare un significato.E finiranno col trovarlo."
Ogni guerriero della luce ha avuto paura di affrontare un combattimento. Ogni guerriero della luce ha tradito e mentito in passato. Ogni guerriero della luce ha imboccato un cammino che non era il suo. Ogni guerriero della luce ha sofferto per cose prive di importanza. Ogni guerriero della luce ha pensato di non essere un guerriero della luce. Ogni guerriero della luce ha mancato a i suoi doveri spirituali. Ogni guerriero della luce ha detto "si" quando avrebbe voluto dire "no". Ogni guerriero della luce ha ferito qualcuno che amava. Perciò è un guerriero della luce: perché ha passato queste esperienze, e non ha perduto la speranza di essere migliore."



Paulo Coelho

SATOBOY™ ha detto...

http://www.flickr.com/photos/margotmood/2262085819/

Anonimo ha detto...

che brava che sei! Mi sono già affezionata a questo ragazzo con le All Stars che fa questi bei pensieri! Continui a stupirmi.Lunastorta

Anonimo ha detto...

Non sò se sia vero ciò che dici, sò che l'amore è un gran maleducato, arriva senza chiederti il permesso, e va via comportandosi allo stesso modo. Sfonda porte chiuse, si fa strada, si fa largo con la forza dirompente di un fiume in piena, travolge tutto ciò che trova nel suo cammino, senza curarsi di nulla. Ti fa stare tre metri sopra il cielo, e quando cadi, talvolta rovinosamente ti fai un male pazzesco...e vorresti finire tre metri sotto terra. Ma senza di esso, che vita triste sarebbe...quanta vita sprecata... ;-) Giovanna
http://gabbia.blog.tiscali.it

Frida ha detto...

Cara Amica Montana, se hai voglia, fatti una passeggiata nel mio blog... avrai una sorpresa :-)
Baci