15 febbraio 2009

poeti estinti

Io vivere vorrei

addormentato

entro il dolce rumore

della vita

[Sandro Penna, Tutte le poesie, Garzanti, 1970]

4 commenti:

Lara ha detto...

Adoro Sandro Penna, un poeta dolcissimo.
Ciao e buona domenica!!!

Zorba ha detto...

Vorremmo tutti...ma altro ci trattiene tra la ruggine e lo sconnesso. Mostrare il percorso del proprio vivere è già esistere...

Anonimo ha detto...

Angelaaaaaaa! Oggi che ci svegliamo in una terra di destra...vorrei tornare anche io a dormire! Che disfatta inattesa mia cara. Un abbraccio incazzato, Lunastorta

Anonimo ha detto...

Abbiamo dormito e ci siamo svegliati tristemente sentendo il rumore insopportabile di voci che ineggiavano una vittoria per me scontata...sarebbe stato bello continuare a dormire per avere una possibiltà di vivere un sogno...invece siamo svegli e i sogni svaniscono sempre con l'alba...ma la notte resta perenne nelle speranze infrante!
Giovanna