26 luglio 2008


È mestiere del vento alzare le vele -
Ma noi possiamo scegliere il colore,

il loro verso, la gioia di resistere e che muove

dall'albero maestro - fermo,

con le radici nel bene della terra -

e che ci porta vivi

in pochi amici, come dopo una guerra.

Silvia Bre

[da Le barricate misteriose, Einaudi, 2001]



Buona estate a tutti :-)

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Cara A :-) Stai andando in ferie quindi... Che strano...che sottile dispiacere si prova a salutare chi si "allontana" da noi, anche se per per poco... e come consola, parimenti, il pensiero che presto, ci ritroveremo...perchè non siamo navi che si incontrano nella notte e si salutano con un fischio di sirena..., siamo fiori che danno frutto, e nel frutto c'è il seme...e il seme cadendo sulla terra...altri fiori e frutta ci darà...al rientro :-)
Un abbraccio...sii felice :-) Giovanna

Ally ha detto...

Siamo noi artefici di noi stessi e di quello che ci circonda, noi nelle scelte e nelle contaminazioni, noi che diamo e prendiamo in un trasporto di vita.
A.
P.S.
Arrivando col vento di maestrale giungo a te per un abbraccio e tanti sorrisi :-))))))))

marco ha detto...

il vento come dicono gli indiani è il respiro del mondo...che ci sospinge anche a vele ammainate...e quando lo fa lentamente ...è come sentirsi abbracciati e convinti ad andare oltre..sai senza scelta di aprire le vele..?..ecco così..

giulia ha detto...

Scusa adesso a me l'intrusione, grazie per la precisazione... Giulia