24 giugno 2016

in giardino


Giugno ventoso…

Le foglie degli ulivi chiacchierano con le vicine degli aranci

Si contendono l’aria e il sole.

Pure le fioriture e le visite dei fringuelli

Accettano il caldo di buon grado perché c’è il vento

che presta soccorso.

Io inseguo il sole. Come un’impaziente lucertola.

Ho sempre freddo. Guardo sempre il cielo.

Osservo e conservo.

Mi sono assentata. Sì.

Eppure le fioriture tutte mi mostrano

clemenza e mi restituiscono i colori di cui ho sete.

Scherzano col verde, i fiori amorevoli, con tutti i

verdi stagliati liberi e – a me pare –

leggeri.

-          Vedi…Le minacce non abitano qui.

2 commenti:

Emilia de Rienzo ha detto...

Grazie di essere quello che sei. Ho bisogno di uscire dal rumore, ho bisogno di ritrovare il cielo, i colori... Mi dedico ai fiori sul mio terrazzo, ma la tentazione di essere nel mondo mi prende, forse non posso ritirarmi... Forse lo farei. La prossima settimana sarò in Sardegna per un mese, spero che il mare mi regali momenti di infinito. Un abbraccio

arnicamontana ha detto...

cara Emilia, grazie, sempre
quando metterai piede sull'isola predisponi tutti i sensi... l'infinito potrebbe raggiungerti. Ti auguro di stare bene, il meglio possibile e... chissà! magari riusciamo a vederci!
un abbraccio e buone vacanze