24 aprile 2016

insieme



Altre parole avremo
Per raccontarci
Altra polvere da soffiare
Altri nodi da sciogliere

Avremo impronte ancora da lasciare
Perché qualcuno arriva sempre dopo di noi

Costruiremo altre ghirlande
Per abbellire i nostri templi
Per far scattare una scintilla
Per conservare i palpiti che nascondiamo al mondo

Altre parole avremo
Per accarezzarci
Altre lame per ferirci
Altri occhi per ritrovarci

Altri confini avranno i nostri corpi
E altri nomi le nostre paure

Dentro alle cose ci si può perdere
Per questo
Insieme
la strada è maestra

4 commenti:

Emilia de Rienzo ha detto...

Le tue parole mi danno sempre un grande calore... Mi sei molto cara e senza persone come te lontane, ma vicine rischio di perdermi...
Un abbraccio e grazie di essere tornata
Emilia

arnicamontana ha detto...

anche tu mi sei cara, Emilia, compagna di viaggio su questo pianeta di persone lontane, sì, ma che ugualmente arrivano...
non so dirti se sono "tornata", con questo scritto vorrei esorcizzare una delle tante paure.
Grazie per la tua vicinanza. Con affetto

Sabina_K ha detto...

Permettimi di dire che in questo scritto hai fatto molto più che "esorcizzare una delle tante paure: l'ho letto senza sapere di questa tua risposta al commento" di Emilia e ci ho sentito dentro la volontà di condividere, che è già molti passi avanti in direzione della voglia di vivere.
Scusami se ho oltrepassato i limiti della "confidenza in pubblico", l'ho fatto con assoluta buonafede.
Un abbraccio.

arnicamontana ha detto...

Sabina, non scusarti affatto. Questo è un vecchio scritto che ho riesumato e ripubblicato con un sentimento del tutto nuovo. La condivisione per me è una conditio sine qua non, ho capito bene che non è da soli che si opera il cambiamento, che anche dentro le relazioni è più interessante (se non proficuo!) "vedere" insieme le cose. E per questo occorre la reciprocità, parolina santa.
Anche se sembra uno slogan, per me insieme è meglio. Fatte salve, s'intende, le diverse identità che ciascuno porta in sé come individuo.
Abbracci a te e grazie